Cujo

  • Incrocio pastore guardiano

  • Pelo bianco e nero

  • Taglia grande

  • Nato a agosto 2020

  • In canile da giugno 2021

  • Microchippato, vaccinato e intero

Per citare il libro da cui abbiamo preso ispirazione, la frase giusta per descrivere l’arrivo di Cujo in canile potrebbe essere: “era tutta una bugia. Il mondo era pieno di mostri e non c’era niente che potesse impedirgli di mordere gli innocenti e gli incauti.”
Eh si, perché per Cujo non è stato piacevole subire prima un brutto trauma ad una zampa posteriore (che lo farà zoppicare tutta la vita) e poi essere catturato e spedito in un canile del nord…ma quando questi mostri travestiti da buoni capiranno che rapire cani è sbagliato?!?! E la rabbia di Cujo non ha tardato a venire a galla.
Il canile “era un mare impazzito di odori. Li avrebbe seguiti, ne avrebbe ritrovate le fonti e le avrebbe sbranate tutte. Si mise a ringhiare di nuovo”; qualcuno prima o poi capirà che gli era stato fatto un grosso torto e che lui lì in gabbia proprio non ci voleva finire? Che stava meglio a giocare nelle campagne con i suoi fratelli?
I giorni passano, finalmente l’incontro con il mitico Branco Disagio ed ecco la svolta: Cujo osserva e fa tesoro, gli umani che ci sono in canile rispettano i cani, i loro bisogni e le loro emozioni…forse queste persone non sono mostri…e allora, “se la vita ti dà limoni, fatti una bella limonata“, Cujo accoglie la sorte che gli è capitata e prova a ricavarne qualcosa di buono! Gli umani hanno mani…grattini sul sedere! Gli umani aprono i rubinetti…si gioca con l’acqua! Gli umani capiscono la sua rabbia…non ha più bisogno di ringhiare, è ora di iniziare a parlare la stessa lingua…va bene essere arrabbiati, ma con questi umani si possono fare tante altre cose e ci si può divertire!

Johnny fa tanto il gradasso…ma quando entrate nella sua cerchia di amici si dimostra un cane di cristallo; fragile e insicuro, ha bisogno di una guida per affrontare quello che c’è fuori dal canile. Instaura dei legami forti con gli umani e un pò meno con gli altri cani (beh da un mix pit/pincher non potevamo aspettarci altro!).
Non è un grande amante delle regole…o meglio, segue le indicazioni solo delle persone di cui si fida!
Un pò nervoso, si calma solo se coinvolto in giochi che gli fanno lavorare quel bel cervellino niente male di cui è dotato. Sta imparando ad uscire in passeggiata con guinzaglio e pettorina, spesso ha bisogno di avere rassicurazioni per non andare in ansia ma i miglioramenti sono sempre dietro l’angolo!
Cosa gli piace fare? Passare del tempo di qualità con un umano. che lo rassicuri ma che sia anche capace di spiegargli che anche l’autonomia è importante.

Johnny è alla ricerca di una famiglia comprensiva e paziente, che non abiti in centro città perchè la confusione per lui è un problema; meglio una zona periferica…e poi chissà, col tempo potrebbe anche apprezzare la condivisione di momenti un pò più mondani! Non è adottabile da famiglie con bambini (non li sopporta); per la convivenza con altri cani e animali di altre specie, verrà fatta una valutazione dagli istruttori del canile.

Articoli recenti